il tuo romanzo comincia qui.

bibisco ti aiuta a scrivere la tua storia, semplicemente.

scarica bibisco, è gratis scopri di più

scopri di più


tutto ciò che ti serve

Organizza capitoli e scene, gestisci le revisioni, esporta il romanzo in pdf o rtf. E, naturalmente, scrivi con un text editor completo di tutte le funzionalità.

organizza le tue idee

Crea la struttura del romanzo, definisci premessa, fabula, linee narrative, luoghi e il contesto sociale e temporale in cui si svolge la storia.

conosci i tuoi personaggi

Un romanzo funziona quando i personaggi sono credibili, cioè quando emerge la complessità della loro natura umana. Per questo ti aiutiamo a conoscere tutto dei tuoi personaggi.

analizza in dettaglio

Osserva come i personaggi, i luoghi e le linee narrative sono distribuiti cronologicamente e attraverso i capitoli.

fatto con amore, per scrittori

Questo è un progetto personale, fatto con amore. Amiamo i libri e vogliamo aiutare gli scrittori a scrivere bellissimi romanzi. Ah, bibisco è gratis e open source!

Quando uno scrittore scrive un romanzo, dovrebbe creare gente viva; gente, non personaggi. Un personaggio è una caricatura.

Ernest Hemingway, Morte nel pomeriggio

l'ultima versione di bibisco è la 1.5.1, se vuoi avere informazioni sull'installazione leggi qui, se vuoi sapere come fare l'upgrade di versione leggi qui, se vuoi scaricare una versione precedente vai qui.

bibisco è distribuito nei termini della licenza GNU GPL.

se ti piace bibisco sostienici con una donazione.

la tua gratitudine accrescerà il nostro entusiasmo per lo sviluppo di bibisco.

Per scrivere il tuo romanzo fantasia e talento non bastano. Servono amore, costanza, coraggio e lo studio dei maestri di drammaturgia.

Letture consigliate


L'arte della scrittura drammaturgica

di Lajos Egri (Autore), R. Gagnor (Traduttore), O. Medici (Traduttore)

Lajos Egri, ungherese trapiantato a New York negli anni Trenta, ha fatto parte di quella generazione di immigrati europei che hanno contribuito a fare grande il cinema americano. Scrittore e regista teatrale, fu il primo ad affrontare il problema di come analizzare e scrivere un copione in maniera strutturale ma senza regole nè formule. Il libro, pubblicato nel 1942, divenne immediatamente un cult-book ed è un testo base ancora oggi nelle cattedre di scrittura creativa di tutte le principali università americane, da Yale a Harvard a Stanford, dalla Columbia di New York all'UCLA di Los Angeles. Nel 1965 era già stato tradotto in diciassette lingue e da allora, dopo la "Poetica" di Aristotele, è rimasto il libro più citato e apprezzato da tutti i grandi maestri della scrittura cinematografica, da Robert McKee a Linda Seger. Un classico di cui, nella prefazione americana del libro, il produttore teatrale Gilbert Miller scrisse: "È la prima volta che leggo un libro che mi dice perchè un play non funzionerà in scena, e tutto questo molto tempo prima che io abbia firmato contratti con artisti ben pagati e che abbia messo in moto una produzione che mi costerà quanto una villa a Long Island. [...] La migliore delle molte cose che io posso dire su "The Art of Dramatic Writing" è che da ora in poi l'uomo comune, incluso me stesso, non avrà più scuse [...]. Leggendo il libro di Lajos Egri, saprete perchè un romanzo, un film, un testo teatrale, un racconto vi risulta noioso. O appassionante".


Lezioni di scrittura creativa. Un manuale di tecnica ed esercizi della più grande scuola di formazione americana

di Gotham Writers' Workshop (a cura di), G. Del Duca (a cura di), E. Vittorini (Traduttore), F. Franconeri (Traduttore), E. Barozzi (Traduttore)

Questo manuale presenta le lezioni teoriche del Gotham Writers' Workshop, la principale scuola di scrittura creativa americana, unite a una serie di esercizi di scrittura e di analisi di brani letterari raccolti dalle opere di Carver, Hemingway, Scott Fitzgerald e altri grandi scrittori. Frutto di un'esperienza decennale con allievi di tutto il mondo, è un manuale che guida il lettore attraverso tutte le fasi della scrittura. Dall'ideazione di una storia al suo sviluppo, dalla sua revisione al fatidico momento della pubblicazione.


Il viaggio dell'eroe. La struttura del mito ad uso di scrittori di narrativa e di cinema

di Chris Vogler (Autore), J. Loreti (Traduttore)

Il film e la fiction tv raccontano storie. Le narrazioni più coinvolgenti, quelle che, a seconda dei casi, ci tengono incollati allo schermo col fiato sospeso o ci lavorano dentro per riemergere alla mente nelle ore o nei giorni successivi, sono quasi sempre riconducibili agli antichi miti. Forse perchì, come ha scritto Jung, se il sogno è il mito individuale, i miti rappresentano i sogni collettivi dell'umanità. E il grande cinema è anch'esso sogno collettivo. Questo libro tenta di analizzare la figura del protagonista del film, con le stesse categorie con cui lo studioso americano Joseph Campbell, analizza l'eroe mitico e il suo percorso avventuroso. Ma non si tratta di un saggio antropologico o sociologico, bensì di una guida all'analisi della struttura fondante della sceneggiatura. Infatti l'eroe mitico è la metafora del protagonista di qualsiasi film in cui il personaggio principale compia nel racconto per immagini un percorso che lo porti alla fine della storia a conquistare una nuova consapevolezza. La struttura di questo viaggio, le stazioni di questo procedere, le figure ed i passaggi che porteranno l'eroe a compiere un tragitto "iniziatico", tutto questo viene spiegato nel libro con riferimenti continui a sequenze di grandi film. Un testo che nasce da una rielaborazione narratologica che parte da Aristotele e la sua "Poetica" e, passando per Freud e Jung, Lucas e Spielberg, torna a noi.


L'arco di trasformazione del personaggio

di Dara Marks (Autore), D. Audino (a cura di), D. Scopelliti (Traduttore)

Nelle grandi narrazioni i protagonisti si dividono al fondo in due grandi categorie. Da una parte gli eroi che non cambiano, qualcuno che entra nella storia già come eroe e per questo, dopo mille avventure, risolve il problema e ristabilisce l'equilibrio e l'ordine senza cambiare di una virgola. Dall'altra, ed è quella che produce i film migliori, il protagonista durante i conflitti che deve affrontare per arrivare alla risoluzione finale si modifica, acquista consapevolezza e supera un problema interiore che spesso non sapeva di avere. Il libro spiega come gestire l'arco di trasformazione del personaggio. Il nucleo del modello teorico e narrativo di Dara Marks fonde gli studi di Chris Vogler con quelli di Linda Seger e di Robert MaKee, per arrivare all'individuazione di un motore immobile che sottende la scrittura di ogni grande storia. La scoperta cioè che a dare spessore umano al film è una profonda relazione tra il movimento del plot e lo sviluppo interiore del personaggio, a partire da una "ferita inconscia" che affligge il protagonista all'inizio del suo percorso. L'arco di trasformazione dunque è insieme il cammino necessario a risolvere la maggior parte dei problemi di base di una sceneggiatura, ma anche il racconto delle tappe di un processo di crescita verso una consapevolezza che riguarda tutti noi.